post

Serie B – Rinnovamento ABF: talento giovane a disposizione del nuovo coach Michele Poletto

Un’Abf giovane e di prospettiva, con nuovi talenti da inserire in un telaio ormai collaudato, capace di gravitare ormai da diverse stagioni nelle zone alte della classifica del campionato di B. Si va ormai delineando la rosa della società del presidente Liana Quargnal Gavagnin per la stagione 2017/2018, stagione che vedrà al via ancora una volta una squadra molto competitiva, in linea con quelle che hanno difeso egregiamente i colori biancocelesti nelle recenti annate. Il nuovo progetto, iniziato a dire il vero già al termine dell’ultimo campionato con l’annuncio del passaggio di coach Fabio Banello dietro alla scrivania nelle funzioni di direttore sportivo e la conseguente staffetta in panchina con il suo vice Michele Poletto, parte da un accordo con l’Ubc Udine che farà arrivare a Monfalcone 4 giocatrici classe 1999, ovvero Chiara Pesetti (playmaker), Annalisa Toniutti (guardia), Ilaria Florit (ala) e Alessia Lavaroni (pivot). “E’ un’operazione importante che ci dà la possibilità di avere con noi atlete di talento e molto futuribili – spiega l’ormai ds Banello – ma allo stesso tempo giocatrici che non sono alle prime armi, considerando che lo scorso anno hanno affrontato lo stesso campionato di B con la maglia di Concordia (che non si è iscritta al torneo, ndr) e quindi hanno già un’esperienza senior alle spalle. Le ho viste pertanto personalmente e mi hanno fatto un’ottima impressione, siamo contenti di poterle avere quest’anno con noi”. Le ragazze del vivaio Ubc non saranno le uniche novità: c’è infatti anche il rientro alla base, da Muggia, di Sara Poian, classe 2000, e l’accordo con l’Aibi riguardo ad alcune atlete che recentemente hanno conquistato le finali nazionali Under 16. “Dobbiamo ancora definire alcuni dettagli e soprattutto alcuni nomi, ma l’accordo con l’Aibi c’è già, all’interno di una più ampia collaborazione – continua Banello – certamente avremo con noi Lea Poletto e Carlotta Rocco, che sono del nostro vivaio, e anche altre giocatrici visto che c’è la possibilità di giocare in doppio tesseramento, in B con noi e in C con l’Aibi. La collaborazione tra società è vitale per un movimento come quello del basket femminile, siamo felici di poter trovare accordi con le società limitrofe. Tra queste c’è anche l’Aquileia Basket, con la quale abbiamo dato continuità al rapporto”. Tutte le giovani citate andranno a implementare, come detto, l’ossatura del gruppo senior, che a breve riavrà anche a disposizione Federica Quargnal, in recupero dall’infortunio al ginocchio. “Sul gruppo senior abbiamo ancora delle questioni aperte (non riguardanti, in ogni caso, Debora Vecchiet, Martina Rosati e Ilaria Revelant, che saranno certamente in rosa, ndr) – spiega Banello – in particolare alla voce partenze. Non me la sento di dare ufficialità, almeno non ancora, posso però confermare che con tutta probabilità ci troveremo almeno una nostra giocatrice come avversaria nel prossimo campionato e questo un po’ mi amareggia perché visto quello che abbiamo dimostrato nelle ultime stagioni, credo che un salto di qualità, se si è giovani come l’atleta in questione, lo si possa fare solo andando a tentare un’esperienza in serie A”. In ogni caso, un ulteriore motivo di interesse per una stagione, la prossima, che si annuncia molto impegnativa: in base alle iscrizioni al campionato (che si chiudono sabato) è molto probabile che si torni a un girone a 16 squadre, quindi lungo e provvisto di turni infrasettimanali. “Così pare, ma ci faremo trovare pronti – chiude Banello – come sempre i derby avranno un sapore particolare e ne avremo ben 5 grazie a Casarsa, cui faccio i miei complimenti per la promozione in B”.