post

U16 – ABF – OMA Trieste. Partita avvincente

Partita avvincente oggi tra le ragazze dell’ABF U16 e quelle dell’OMA Trieste.
Dopo un primo periodo di vantaggio per le casalinghe, le triestine avanzano, raggiungono e superano le nostre. Si va al riposo con un nostro svantaggio di una manciata di punti dovuti a sprazzi di perdita di concentrazione, alcuni passaggi frettolosi e rimbalzi non agguantati.
Al rientro dagli spogliatoi la situazione è stabile ed il punteggio va avanti parallelo. Nel quarto tempo l’ABF si risveglia e capisce di potersi scrollare di dosso le avversarie mettendoci più testa e più impegno.
Così è e le nostre superano le triestine mantenendole a distanza di guardia fino alla fine della partita che si è dimostrata corretta dal punto di vista del comportamento in campo a differenza di altri incontri di cui abbiamo già scritto. Qualche nervosismo in panchina ha guastato un po’ la festa ma si sa che le teste calde son difficili da convincere a comportarsi correttamente.
Pian piano stiamo scalando la classifica che, all’inizio, ci ha visto relegati alle ultime posizioni anche perché il sorteggio ci ha assegnato da subito degli incontri con le più titolate. Qualche altra partita avremmo potuto portarla a casa ma ci penseremo nel girone di ritorno.
Adesso pausa natalizia dovuta anche all’assenza del coach che propio domani sarà sottoposto ad un intervento di pulizia del ginocchio che lo vedrà fuori dal campo fino alla prima settimana di gennaio.

In bocca al lupo Daniele!

1° quarto: 22-16
2° quarto: 28-34
3° quarto: 40-45
4° quarto: 61-53

tabellino: Copaitich 28, Russian 12, Conz 11, Serafini 5, Morsicato 3, Gobbo 2.

post

Serie B – L’ABF si ritrova nel momento più importante e torna alla vittoria: OMA battuta con un’ottima prestazione di squadra

Nel momento più importante della stagione sin qui, con l’obiettivo di interrompere una striscia negativa lunga 4 gare, si è vista la miglior Abf dell’anno. Serviva una vittoria scacciacrisi nel derby regionale con l’Oma ed è arrivata al termine non solo di una gara ben giocata ma anche di una partita nella quale le biancocelesti hanno giocato da vera squadra, con giocatrici a turno protagoniste in fase realizzativa (4 in doppia cifra), e un minimo comun denominatore, una difesa di grande intensità che ha reso complicati gli attacchi delle ospiti. Quello che dovrebbe essere insomma il marchio di fabbrica di una squadra giovane, costruita senza stelle ma che deve vincere come gruppo. “E’ una vittoria fondamentale, che ci regala una bella boccata  d’ossigeno – spiega coach Michele Poletto – è inoltre una gara che ci dà maggior consapevolezza di quello che diciamo da tempo, ovvero che nessuna giocatrice può vincere da sola ma serve condividere le responsabilità anche per non dare riferimenti agli avversari. Quando una giocatrice è in striscia e viene quindi raddoppiata dalla difesa avversaria, una compagna deve essere pronta a dare continuità realizzativa all’attacco. Ovviamente serve anche una buona difesa, e con l’Oma l’abbiamo fatta vedere, anche se si potrebbe fare ancora meglio da questo punto di vista”. Un’Abf in crescita anche sotto il profilo della gestione della palla. “Sicuramente abbiamo gestito molto meglio il ritmo rispetto alle ultime uscite – continua il tecnico – un segnale di crescita ma anche un segnale di come sappiamo imparare dagli errori, e questo è fondamentale. Difesa, responsabilità condivise, gestione del ritmo, questi devono essere i nostri pilastri d’ora in poi“. Oltre alle protagoniste in attacco, grande gara anche di Debora Vecchiet, scesa in campo nonostante un forte dolore alla schiena. “Ha giocato in condizioni critiche, ma nonostante il dolore si è messa a disposizione del gruppo, giocando anche un’ottima gara.  Questo è un esempio che deve restare nella testa delle compagne, soprattutto quelle più giovani”. Con Vecchiet e Bric (“Una giocatrice che non segna tantissimo ma che attira spesso il raddoppio e quindi ci consente di allargare la difesa, ha solo 16 anni ma sta facendo davvero bene“, dice di lei Poletto) l’Abf ha vinto la battaglia sotto i tabelloni. Stasera (sabato) alle 20.45 biancocelesti di nuovo in campo nella proibitiva trasferta di Ponzano Veneto, al PalaCicogna contro la Polyglass . “Obiettivamente una squadra di altro livello rispetto a noi, ma nulla è impossibile – conclude il coach – dovremo
fare una partita superlativa per avere chance di successo“.

ABF MONFALCONE – OMA EMT TRIESTE 66-59

ABF: Toniutti 11, Lavaroni 10, Florit 6, Pesetti 12, Quargnal3, Poletto, Vecchiet 7, Zentilin, Bric 6, Rosati 11, Revelant. Coach:
Michele Poletto